Legge europea e data retention. Nuovi termini per la conservazione dei dati del traffico telefonico e telematico e delle chiamate senza risposta

Con l’art. 24 della Legge Europea 2017 (Legge n. 167/2017), è stato portato  a 72 mesi il termine di conservazione dei dati di traffico telefonico e telematico e dei dati relativi alle chiamate senza risposta, in deroga a quanto previsto dall’art. 132 Codice della privacy.

Il testo dell’articolo viene riportato di seguito:

Legge Europea 2017 (Legge n. 167/2017)

Art. 24. – Termini di conservazione dei dati di traffico telefonico e telematico

1. In attuazione dell’articolo 20 della direttiva (UE) 2017/541 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 15 marzo 2017, sulla lotta contro il terrorismo e che sostituisce la decisione quadro 2002/475/GAI del Consiglio, al fine di garantire strumenti di indagine efficace in considerazione delle straordinarie esigenze di contrasto del terrorismo, anche internazionale, per le finalitàdell’accertamento e della repressione dei reati di cui agli articoli 51, comma 3-quater, e 407, comma 2, lettera a), del codice di procedura penale il termine di conservazione dei dati di traffico telefonico e telematico nonché dei dati relativi alle chiamate senza risposta, di cui all’articolo 4-bis, commi 1 e 2, del decreto-legge 18 febbraio 2015, n. 7, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 aprile 2015, n. 43, è stabilito in settantadue mesi, in deroga a quanto previsto dall’articolo 132, commi 1 e 1-bis, del codice in materia di protezione dei dati personali, di cui al decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *