Il testo aggiornato del Codice in materia di protezione dei dati personali (modificato dal d.lgs. 101/2018 di adeguamento al GDPR)

E’ disponibile sul sito del Garante il testo modificato del Codice in materia di protezione dei dati personali (d.lgs. 196/2003), aggiornato con il nuovo decreto legislativo (d.lgs. 101/2018) di adeguamento della disciplina italiana al regolamento europeo sulla privacy (Reg. UE n. 679/2016, GDPR).

La riforma della disciplina nazionale con modifiche al Codice in materia di protezione dei dati personali, apportata mediante il d.lgs. 101/2018, è entrata in vigore il 19 settembre 2018.

Convegno Univ. Bologna 20 aprile 2018 sulla privacy: “il nuovo Regolamento europeo sulla privacy alla vigilia della sua applicazione e il coordinamento con la normativa nazionale”

il 20 aprile 2018, dalle 11 alle 17, si svolgerà all’Università di Bologna, nell’Aula S. Giacomo del Dipartimento di Sociologia e Diritto dell’Economia, in via S. Giacomo n. 3, il Convegno sul tema “Il Regolamento europeo sulla privacy alla vigilia della sua applicazione  e il coordinamento con la normativa nazionale“.

Il Convegno rientra nell’ambito delle attività del Corso di Alta Formazione in Data Protection e Privacy Officer dell’Università di Bologna.

 

Consiglio dei Ministri n. 75 del 21 marzo 2018. Approvazione preliminare dello Schema di Decreto Legislativo che abroga il Codice della privacy

Con Comunicato stampa n. 75 del 21 marzo 2018, il Consiglio dei Ministri ha reso noto di aver approvato, in via preliminare, lo schema di decreto legislativo che abroga il codice in materia di protezione dei dati personali (d.gs. 196/2003) e che contiene le nuove norme di adeguamento della disciplina nazionale sulla privacy rispetto a quelle contenute nel regolamento europeo (GDPR).

CODICE DELLA PRIVACY

Disposizioni per l’adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del Regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 aprile 2016, relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati, e che abroga la direttiva 95/46/CE (Regolamento generale sulla protezione dei dati) (decreto legislativo – esame preliminare)

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Paolo Gentiloni e del Ministro della giustizia Andrea Orlando, ha approvato, in esame preliminare, un decreto legislativo che, in attuazione dell’art. 13 della legge di delegazione europea 2016-2017 (legge 25 ottobre 2017, n. 163), introduce disposizioni per l’adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del Regolamento europeo relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati.

A far data dal 25 maggio 2018, data in cui le disposizioni di diritto europeo acquisteranno efficacia, il vigente Codice in materia di protezione dei dai personali, di cui al decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, sarà abrogato e la nuova disciplina in materia sarà rappresentata principalmente dalle disposizioni del suddetto Regolamento immediatamente applicabili e da quelle recate dallo schema di decreto volte ad armonizzare l’ordinamento interno al nuovo quadro normativo dell’Unione Europea in tema di tutela della privacy.

 

Normativa nazionale e GDPR: La legge di bilancio del 27 dicembre 2017 n. 205 interviene su interoperabilità dei formati, portabilità dei dati e legittimo interesse

Con un colpo di coda, nelle pieghe della legge di Bilancio del 27 dicembre 2017 (L. n. 205/2017), all’art. 1, comma 1020 ss. si trovano inserite nuove norme in materia di protezione dei dati personali che mirano a coordinare la normativa interna con quella europea, senza alcun criterio sistematico ed organico.   Continue reading “Normativa nazionale e GDPR: La legge di bilancio del 27 dicembre 2017 n. 205 interviene su interoperabilità dei formati, portabilità dei dati e legittimo interesse”

Legge europea e data retention. Nuovi termini per la conservazione dei dati del traffico telefonico e telematico e delle chiamate senza risposta

Con l’art. 24 della Legge Europea 2017 (Legge n. 167/2017), è stato portato  a 72 mesi il termine di conservazione dei dati di traffico telefonico e telematico e dei dati relativi alle chiamate senza risposta, in deroga a quanto previsto dall’art. 132 Codice della privacy. Continue reading “Legge europea e data retention. Nuovi termini per la conservazione dei dati del traffico telefonico e telematico e delle chiamate senza risposta”

Legge europea e riutilizzo dei dati per finalità di ricerca o per scopi statistici. Modifiche al Codice privacy

Con l’art. 29 della L. 167/2017 (Legge europea 2017) il Parlamento italiano ha provveduto a disciplinare il riutilizzo dei dati per finalità di ricerca scientifica o per scopi statistici, subordinato ad autorizzazione del Garante previa applicazione di misure di sicurezza volta alla minimizzazione o all’anonimizzazione dei dati, introducendo, nel Codice in materia di protezione dei dati personali, l’art. 100 bis, del seguente tenore: Continue reading “Legge europea e riutilizzo dei dati per finalità di ricerca o per scopi statistici. Modifiche al Codice privacy”

Legge europea e stanziamento economico di Euro 1.400.000 per il Garante. Incremento dell’organico di 25 unità

Con l’art. 29 della Legge n. 167/2017 (c.d. “Legge Europea 2017”, contenente disposizioni per l’adempimento degli obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’UE), si è provveduto allo stanziamento di Euro 1.400.000 in favore del Garante, in vista degli accresciuti impegni a tale Autorità di controllo, anche in vista dell’imminente applicazione del GPDR (Reg. UE 679/2016).

Tale articolo prevede, in particolare, che lo stanziamento vada a coprire i costi di funzionamento dell’Autorità per assicurare il regolare esercizio dei poteri di controllo affidati al Garante e per far fronte agli accresciuti compiti derivanti dalla partecipazione dalle attività di cooperazione tra Autorità dell’UE.

La norma prevede l’incremento di 25 unità del ruolo organico del Garante.

Continue reading “Legge europea e stanziamento economico di Euro 1.400.000 per il Garante. Incremento dell’organico di 25 unità”