Uber e Data Breach. Indagine del Garante

Con un proprio comunicato Uber ha reso noto  ora che nel 2016 vi sarebbe stato un caso di data breach di particolare rilevanza, a seguito di un attacco hacker su circa 57 milioni di account, che, come riassunto in un articolo del Corriere,  ha visto

“trafugate le informazioni della patente di 600 mila americani e nomi, indirizzi di posta elettronica e numeri di telefono di oltre 50 milioni di iscritti all’applicazione di trasporti (50 milioni sono clienti e 7 milioni sono autisti). Non sarebbero stati coinvolti i dati delle carte di credito o quelli relativi agli spostamenti”.

Inoltre, Uber

“ha pagato gli hacker 100 mila dollari per distruggere quanto rubato e promettere di non usarlo in futuro”

Continue reading “Uber e Data Breach. Indagine del Garante”